L'ASINO DI SAN GIUSEPPE





Sull'asinello che avanza…
Non c'è Gesù, non Maria,
ma tanta legna pesante:
a che servirà?
Giuseppe lo sa.
La guida l'umile bestia
con passo calmo e sereno,
poi ogni tanto un sorriso
all'asino che è stanco davver.
Giuseppe lo rincuora, disseta ed accarezza,
gli dice: “Su, coraggio...
vedrai la sorpresa che avrai!”

Il passo forse e più stanco,
il fiato si fa più grosso,
ma il cuore dell' asinello
è pieno d'amor,
di gioia e di stupor.
Giungono a una capanna,
povera e umida,
ma c'è il Signore del mondo
con la Mamma sua:
che luce che c'è!
Giuseppe se li abbraccia,
poi dice all'asinello:
“Hai visto come è bello?
Lo sai che l'hai fatto per Lui?"

E l'asinello stremato
vede attizzare un bel fuoco
 con quella legna portata
sul suo groppon,
con sforzo ed amor.
C'è ricompensa più grande
di quello sguardo del Bimbo
che anche Lui sembra dirgli:
«L’hai fatto per Me!
Sì, ho bisogno di te!»?
l'amore ha messo l'ali all'umile asinello:
«Cos'è mai la fatica, se questo consola
il tuo Cuor?».

e l'asinello più tardi,
portando il Re osannato,
riceverà in dono il mistero
di quell'umiltà
che piace al gran Re.
Gli occhi Suoi belli diranno
quel che Gli brucia nel cuore
e capirà l'asinello che per tanto amar
basta aprirsi all’amor!

(Una Carmelitana)
Stampa il post

SOLENNITÀ DI SAN GIUSEPPE


 Nel giorno della solennità liturgica di san Giuseppe, condividiamo con i lettori del blog parte di una risposta data da Padre Angelo Bellon, op, sul sito amicidomenicani. Il resto delle sue preziose parole sul santo patriarca... prossimamente anche qui sul blog!
Buona festa a quanti festeggiano l'onomastico!
 

«Che cosa chiedere a San Giuseppe?
Il beato Giacinto Cormier, Maestro generale dell’Ordine domenicano, morto nel 1916, raccomandava di chiedere a san Giuseppe la devozione alla Madonna, perché nessuno tra le creature l’ha amata, onorata e servita quanto Lui.
Papa Giovanni fin da ragazzo recitava ogni giorno la preghiera Virginum custos, per chiedere a san Giuseppe la protezione sulla purezza. 
Eccola: 
O Custode e Padre dei vergini, san Giuseppe, alla cui fedele custodia fu affidata la stessa Innocenza Cristo Gesù e la Vergine delle Vergini Maria; per questo duplice carissimo pegno, Gesù e Maria, ti prego e scongiuro che, preservatomi da ogni impurità, con anima incontaminata, con cuore puro e con casto corpo, mi aiuti a servire sempre nella maniera più casta a Gesù e a Maria. Amen”. 
Come preghiere a San Giuseppe c’è anche quella molto bella di Leone XIII: “ A Te, o beato Giuseppe…”. 
Vi sono anche le Litanie e quelle che passano sotto il nome di Sacro Manto.
Esorto anche a invocarlo tutte le sere prima di addormentarsi dicendo:
Gesù, Giuseppe e Maria, Vi dono il cuore e l''anima mia;
Gesù, Giuseppe e Maria, assistetemi nell'ultima mia agonia;
Gesù, Giuseppe e Maria, spiri in pace con Voi l'anima mia».
Stampa il post

Novena a San Giuseppe 2017/ 9

«Non dobbiamo pensare che Giuseppe si abravo nel trovare soluzioni, o docile. O, ancor più banalmente, che semplicemente "faccia ciò che deve fare" un uomo con una moglie, oltretutto una moglie come Maria. È vero che a noi sembra che la vita di Giuseppe abbia svolte inaspettate, ma ciò è dovuto alla nostra prospettiva. Per Giuseèèe omvece quella è semplicemente la sua vita. Vede la sua vita e quella vive.
La vita di Giuseppe è contenuta nel Vangelo, cioè la vita dello sposo di Maria è buona novella, è Vangelo. E lui la vive così
».


(don Mauro Leonardi) 






AVE, O GIUSEPPE 

Ave o Giuseppe uomo giusto, 
Sposo verginale di Maria 
e padre davidico del Messia; 
Tu sei benedetto fra gli uomini, 
 e benedetto è il Figlio di Dio 
che a Te fu affidato: Gesù. 
San Giuseppe, 
patrono della Chiesa universale, 
custodisci le nostre famiglie 
nella pace e nella grazia divina, 
e soccorrici nell'ora della nostra morte. Amen.
Stampa il post

Novena a San Giuseppe 2017/ 8

«"Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto" (Mt 1,19). Spero e credo che l'arco di tempo di questo travaglio sia stato breve. La sofferenza di Giuseppe, che durò fino a quando non gli apparve l'Angelo nel sogno notturno, dovette essere molto acuta, paragonabile a quella di mille "discernimenti vocazionali"».


(don Mauro Leonardi) 





AVE, O GIUSEPPE 

Ave o Giuseppe uomo giusto, 
Sposo verginale di Maria 
e padre davidico del Messia; 
Tu sei benedetto fra gli uomini, 
 e benedetto è il Figlio di Dio 
che a Te fu affidato: Gesù. 
San Giuseppe, 
patrono della Chiesa universale, 
custodisci le nostre famiglie 
nella pace e nella grazia divina, 
e soccorrici nell'ora della nostra morte. Amen.
Stampa il post

Novena a San Giuseppe 2017/ 7

«Poichè egli [Giuseppe] era "giusto", ne seguì che si comportò in un certo modo (cfr Mt 1,19). Nella lingua ebraica giusto vuol dire pio, servitore irreprensibile di Dio, esecutore della volontà divina: significa anche buono e caritatevole verso il prossimo. In sintesi, giusto è colui che ama Dio e dimostra questo amore osservando i comandamenti e orientando la vita intera al servizio degli uomini, proprio gratelli. A noi spetta, dunque, lo sforzo per cercare di cogliere quali furono gli elementi che misero l'anima di Giuseppe in una passione simile a quelle che dovettero affrontare il Figlio incarnato e Maria».


(don Mauro Leonardi) 





AVE, O GIUSEPPE 

Ave o Giuseppe uomo giusto, 
Sposo verginale di Maria 
e padre davidico del Messia; 
Tu sei benedetto fra gli uomini, 
 e benedetto è il Figlio di Dio 
che a Te fu affidato: Gesù. 
San Giuseppe, 
patrono della Chiesa universale, 
custodisci le nostre famiglie 
nella pace e nella grazia divina, 
e soccorrici nell'ora della nostra morte. Amen.
Stampa il post

Novena a San Giuseppe 2017/ 6

«A me viene da paragonare la notte di Giuseppe con quella di Giacobbe. È possibile che abbai pensato anche lui alla terribile notte di lotta con Dio raccontata nel capitolo 32 della Genesi: "Giacobbe rimase solo e un uomo lottò con lui fino allo spuntare dell'aurora" (Gn 32,25). È una lotta che segna per sempre. Giacobbe ne uscì con il proprio nome, Israele, ma anche con una slogatura all'articolazione del femore che gli procurò una zoppia che durò tutta la vita, 
Che per Giuseppe sia stata una notte meravigliosa, ma anche terribile e decisiva, lo conferma, per esempio, la più antica pratica devozionale che riguarda lo sposo di Maria – la Pratica dei sette dolori e allegrezze di san Giuseppe –. Essa annovera quel momento di discernimento come il primo dei suoi dolori».


(don Mauro Leonardi) 



AVE, O GIUSEPPE 

Ave o Giuseppe uomo giusto, 
Sposo verginale di Maria 
e padre davidico del Messia; 
Tu sei benedetto fra gli uomini, 
 e benedetto è il Figlio di Dio 
che a Te fu affidato: Gesù. 
San Giuseppe, 
patrono della Chiesa universale, 
custodisci le nostre famiglie 
nella pace e nella grazia divina, 
e soccorrici nell'ora della nostra morte. Amen.
Stampa il post

Novena a san Giuseppe 2017/ 5

«Per Gesù il momento "del limite" è stato quello della Croce, e lo stesso per Maria. Ma Giuseppe, lo sposo di Maria, non conobbe la vita pubblica del Signore: pertanto quale fu per lui il momento limite, quello in cui ricapitolò la sua intera esistenza?
Credo che questo momento sia stato quando dovette decidere come comportarsi dinnanzi a una sposa in attesa di un bimbo che non era frutto del suo seme
».


(don Mauro Leonardi) 



AVE, O GIUSEPPE 

Ave o Giuseppe uomo giusto, 
Sposo verginale di Maria 
e padre davidico del Messia; 
Tu sei benedetto fra gli uomini, 
 e benedetto è il Figlio di Dio 
che a Te fu affidato: Gesù. 
San Giuseppe, 
patrono della Chiesa universale, 
custodisci le nostre famiglie 
nella pace e nella grazia divina, 
e soccorrici nell'ora della nostra morte. Amen.
Stampa il post

Disclaimer

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»